Amici per la pelle Vale la pena coltivare la vera amicizia

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Amici per la pelle" come un file PDF! --


L’amico ama in ogni tempo;

è nato per essere un fratello

nella sventura.

(Proverbi  17:17 – LA BIBBIA)

Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Oggi si tende ad utilizzare la parola “amicizia” in maniera piuttosto superficiale.

Viviamo in una società in cui abbiamo molti più contatti che in passato. Le distanze si sono accorciate attraverso tutti i sistemi di comunicazione che abbiamo.  È quindi  molto più facile comunicare  e creare legami con un numero sempre maggiore di persone.

Negli ultimi anni con i social network, ed in particolare facebook, il concetto di amicizia si è esteso ancora. Non è infrequente incontrare persone con diverse migliaia di “amici” utilizzando questi servizi.

Un buon utilizzo di questi mezzi può favorire la comunicazione per mantenere buone relazioni con persone che si trovano anche a distanza ma la mia impressione è che a volte, soprattutto su alcuni social network,  ci sia più che altro una gara a collezionare il maggior numero possibile di contatti senza che ci sia un reale interesse. A volte si aggiungono dei contatti e non si cerca neanche di scambiare due parole per capire chi sono…

Questo mi ha fatto riflettere…

La mia paura è che ci stiamo abituando a relazioni sempre più numerose, ma allo stesso tempo sempre più superficiali. Abbiamo sempre più possibilità di comunicare eppure rischiamo di essere sempre più soli.  Quando abbiamo bisogno di aiuto, abbiamo difficoltà a trovare qualcuno che ci ascolti anche solo per cinque minuti.

Nel tentativo di stabilire relazioni con un grande numero di persone, rischiamo di non avere più il tempo di gestirne almeno qualcuna in maniera più profonda.
Credo che sia una cosa alla quale dobbiamo stare attenti.
Questo verso mi ricorda che l’amico ama in ogni tempo, ovvero è sempre presente, anche e soprattutto nella sventura.  Anzi il verso dice proprio che l’amico è nato proprio per essere un fratello nella sventura. Nella mia vita non potrò avere vere amicizie con un grande numero di persone, per cui è normale che ci saranno un grande numero di relazioni superficiali. Ma è importante che io riesca a svilupparne almeno qualcuna come quella descritta in questo verso.
Nell’epoca in cui abbiamo più possibilità di comunicare, rischiamo di essere scatole vuote che non hanno niente da dare all’altro.  E rischiamo di ritrovarci soli quando invece siamo noi ad avere bisogno di qualcuno che ci stia vicino.
Che Dio mi aiuti, nella mia vita, a non avere solo rapporti superficiali ma a poter essere davvero, almeno per qualcuno, un amico che ama in ogni tempo, nato per essere un fratello nella sventura.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , .

3 Comments

  1. Vero, la società odierna ci porta sd isolarci e a vivere l’amicizia virtuale. Così non deve essere per il credente. Gesù è l’amico per eccellenza e ci ha lasciato grandi insegnamenti in tal senso. Il vero amico gioisce con te e piange con te. Soprattutto il vero amico condivide con te una medesima fede. Possiamo avere molti conoscenti, ma gli amici sono pochi.

  2. “Vale la pena di coltivare la vera amicizia”- una frase in cui c’è speranza. Noi, come esseri imperfetti siamo spesso delusi e noi stessi deludiamo nelle nostre relazioni interpersonali. Pero dobbiamo altrettanto guardare, imparare, imitare l’amico perfetto Gesù. Lui è nato proprio per essere il nostro modello con le parole e i fatti. Che Dio ci aiuti di non essere delle “scatole vuote”, ma piuttosto un amico che ama in ogni tempo. Non è escluso che ci può capitare di dover dare la vita per un nostro amico; in condizioni normali pero, possiamo al meno decorare le nostre relazioni cosi: ” Rivestitevi, dunque, come eletti di Dio, santi e amati, di sentimenti di misericordia, di benevolenza, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza. Sopportatevi gli uni gli altri e perdonatevi a vicenda, se uno ha di che dolersi di un altro. Come il Signore vi ha perdonati, così fate anche voi. Al di sopra di tutte queste cose rivestitevi dell’amore che è il vincolo della perfezione.” Colossesi 3:12-14

    P.S. Ciao Omar, c’è un piccolo errore nella foto, il versetto è 17 in vece di 7, d’altronde scritto correttamente sotto la foto. Tanti saluti nel Signore. Un abbraccio per Lidia, Sem e Ruben.

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!