Beati i malvagi?

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Beati i malvagi?" come un file PDF! --


Non portare invidia all’uomo violento
e non scegliere nessuna delle sue vie;
poiché il SIGNORE detesta l’uomo perverso,
ma la sua amicizia è per gli uomini retti.

(Proverbi 3:31-32 – La bibbia)

Il tuo cuore non porti invidia ai peccatori,
ma perseveri sempre nel timore del SIGNORE;
poiché c’è un avvenire,
e la tua speranza non sarà delusa.

(Proverbi 23:17-18 – La bibbia)

Non portare invidia ai malvagi,
non desiderare di star con loro,
perché il loro cuore medita rapine,
le loro labbra emettono malvagità.

(Proverbi 24:1-2 – La bibbia)

Non t’irritare a motivo di chi fa il male,
e non portare invidia agli empi;
perché non c’è avvenire per il malvagio;
la lucerna degli empi sarà spenta.

(Proverbi 24:19-20 – La bibbia)

Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Leggendo la bibbia, stupisce vedere la presenza massiccia di esortazioni a non invidiare i malvagi, gli empi, i violenti. In questo caso ho riportato alcuni versi tratti dal libro dei proverbi che esprimono questo concetto.

Come mai nella bibbia si trova spesso questa esortazione? Esiste davvero il pericolo di invidiare i malvagi? Perché?

L’invidia nei confronti dell’empio nasce quando non vediamo giustizia intorno a noi. Truffatori, evasori, ladri, stupratori, persino assassini sembrano riuscire spesso a farla franca.

Vedendo queste cose, la rabbia potrebbe prendere il sopravvento e potrebbe nascere l’invidia verso il malvagio. L’uomo retto è tentato di pensare che non valga la pena rimanere integri. “Beati i malvagi” comincia a dire qualcuno, osservando che a volte questi ultimi prosperano ben più degli uomini retti. A questo si aggiunge il fatto che talvolta, proprio chi si comporta onestamente, invece di essere premiato, si ritrova a pagare anche per gli altri.

Qualcuno potrebbe inziare a nutrire dei dubbi anche sull’esistenza di Dio, dicendo: “Se Dio ci fosse, non permetterebbe questo…”

Questi versi ci ricordano che Dio permette all’uomo anche di essere empio, malvagio, violento, ma c’è una profonda differenza tra l’uomo retto e l’empio.  Dio è amico degli uomini retti ma detesta i malvagi. La speranza di chi teme Dio non sarà delusa, ma la luce degli empi, per quanto luminosa possa sembrare, è destinata a spegnersi. Il giusto ha un avvenire  mentre per il malvagio non c’è avvenire.

Come potrei quindi invidiare il malvagio? Anche se lui riuscisse a farla franca per tutta la sua vita, prima o poi dovrà risponderne al suo creatore, come tutti gli altri uomini.

Il fatto che la bibbia ripeta così spesso questi concetti evidenzia che il Signore conosce questo problema. Egli sa che la mancanza di giustizia e la prosperità degli empi può diventare una pietra di inciampo anche per l’uomo retto.

Se abbiamo fede in Dio, dobbiamo imparare a vedere le cose non solo nel breve termine ma da un punto di vista eterno, il punto di vista di Dio. Lui sa già come andranno a finire le cose.

Quando si fanno i conti, ciò che conta non sono i risultati parziali, ma il totale in fondo alla pagina.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a oggi@incristo.net. Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!