Sono bono

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Sono bono" come un file PDF! --


Sono bono
(Triste storia di un playboy)

Piccolo esercizio monovocalico sulla vanità

Sono bono, ho l’oro, conto molto.
Sono moro, colto, dotto.
Sposo non sono, toro non sono.
Non sono gonzo, non sono omo.
tonto non sono…

Pronto? Son Rodolfo.
Sono solo.
Otto? Comodo! Sono pronto.

Porto moto, mostro l’oro
Ovo sodo, pollo con contorno,
pomodoro, polpo cotto col forno.

dopo…

dopo vo sotto l’olmo con loro…

collo rotondo… corpo cotonoso
lo mordo, lo tocco…

Odo ‘sto coro: “Mostro! Porco!”
Lo so…sono poco profondo.
Onor non ho? Ho torto?
Sono bono,
ho l’oro,
conto molto.

Dopo…
molto dopo…

Sono solo, obtorto collo.
Poco godo, non fo moto,
non corro, non conto.

Porco mondo, Soffro troppo!
Non lo sopporto, non ho conforto.
Sono solo col doloroso scotto.
Non trovo sbocco,
sono sconvolto, scosso.

Lo fo. Lo fo.
Pozzo o fosso?
O vo col tosco…

Ho l’osso rotto, sono zoppo.
Non ho sonno, non dormo, non sogno.
Odo poco, sono sordo.
Non mordo.
Sono sporco, odoro…

No…
Non ho polso…
Sono morto?

Infatti, «ogni carne è come l’erba,
e ogni sua gloria come il fiore dell’erba.
L’erba diventa secca e il fiore cade;

(1Pietro 1:24)

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Poesia and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!