Ciò che Dio ha stabilito

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Ciò che Dio ha stabilito" come un file PDF! --


Nel primo anno di Ciro, re di Persia,
affinché si adempisse la parola del SIGNORE pronunziata per bocca di Geremia,
il SIGNORE destò lo spirito di Ciro, re di Persia,
il quale a voce e per iscritto fece proclamare per tutto il suo regno questo editto:
«Così dice Ciro, re di Persia:
“Il SIGNORE, Dio dei cieli, mi ha dato tutti i regni della terra,
ed egli mi ha comandato di costruirgli una casa a Gerusalemme, che si trova in Giuda.
Chiunque tra voi è del suo popolo, il suo Dio sia con lui,
salga a Gerusalemme, che si trova in Giuda, e costruisca la casa del SIGNORE, Dio d’Israele, del Dio che è a Gerusalemme…”

(Esdra 1:1-3 (Vedi anche 2Cronache 36:22-23) – La Bibbia)

Io dico di Ciro: “Egli è il mio pastore; egli adempirà tutta la mia volontà,
dicendo a Gerusalemme: «Sarai ricostruita!» E al tempio: «Le tue fondamenta saranno gettate!»”

(Isaia 44:28 – Vedi Isaia 45:1,13 – )

Ascolta audio mp3
Esegui
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Seguendo gli avvenimenti di politica internazionale ci si accorge di quanto gli equilibri siano molto fragili.

Molti si chiedono perché Dio permetta tutte queste guerre senza intervenire.

Ma siamo proprio sicuri che sia così?

Questo brano ci mostra che, anche se apparentemente gli uomini perseguono i propri interessi e fanno ciò che vogliono, nulla accade che non contribuisca a muovere la storia nel modo che Dio ha stabilito.

La bibbia ci dice che Dio aveva permesso a Nabucodonosor di essere uno strumento per giudicare i Giudei (2Re 24:3) ed essi erano rimasti in esilio per circa 70 anni come profetizzato attraverso il profeta Geremia. Nella prima deportazione, che avvenne nel 605 a.c, venne deportato anche Daniele il quale in seguito venne a conoscenza della profezia di Geremia e infatti pregava affinché Dio mantenesse la sua promessa (vedi Daniele 9).

Al tempo stabilito, Dio rispose a Daniele proprio attraverso Ciro, del quale era stato già scritto nel libro di Isaia quasi 150 anni prima. Ciro fu lo strumento che Dio utilizzò per giudicare Babilonia e per concedere agli Israeliti di tornare nella loro terra per ricostruire il tempio.

Cosa spinse Ciro, un re pagano, a pubblicare quell’editto? Abbiamo letto che il Signore suscitò il suo Spirito.

Si noti che ciò non significa che Ciro si sia convertito al Dio di Israele, infatti dal testo si comprende che Ciro aveva un’idea molto locale del Dio di Israele che lui relegava a Gerusalemme, e lui rimaneva comunque attaccato ai suoi dèi. Questo è testimoniato anche da un importante ritrovamento archeologico, il Cilindro di Ciro (538 a.c.), che documenta la presa di Babilonia e il suo piano per il rimpatrio dei popoli a lui assoggettati, nel quale si legge la seguente dichiarazione: “Possano tutti gli dei che io ho ristabilito nelle loro sante città chiedere per me ogni giorno a Bel e Nebo lunga vita”.

Ciro aveva quindi le sue ragioni nel permettere agli Israeliti (e anche ad altre popolazioni) di tornare a Gerusalemme per ricostruire il tempio, ma fu comunque uno strumento che Dio utilizzò per realizzare i propri piani.

Tornando alla nostra considerazione iniziale, anche oggi le nazioni portano avanti la propria agenda politica cercando di perseguire i propri interessi, non certo gli interessi di Dio. Ognuno si comporta in accordo con le proprie ragioni politiche, economiche, religiose.

Ma mentre gli uomini portano avanti i propri interessi, Dio porta avanti comunque il proprio piano.

Dio ha un piano che riguarda la sua chiesa, ha un piano per quanto riguarda le nazioni, ha un piano per quanto riguarda Israele. Ci sono molte profezie bibliche che devono ancora realizzarsi.

Come Dio ha usato Ciro per far ritornare il suo popolo a Gerusalemme, oggi guida la politica internazionale in modo che le profezie si realizzino al tempo opportuno. Anche se sembra che tutto accada per caso, il grande regista sta guidando la storia e conducendola verso il suo grande epilogo.

Gli uomini fanno le loro guerre e portano avanti i propri progetti politici perseguendo i propri interessi, spesso malvagi, e pensando di avere tutto sotto controllo; ma alla fine ciò che Dio ha stabilito si realizzerà, che gli uomini lo vogliano oppure no, che ne siano consapevoli oppure no.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!