Custodisci il buon deposito

26gen-cassaforte_ris

Custodisci il buon deposito

per mezzo dello Spirito Santo

che abita in noi. 

(2 Timoteo 1:14 – La Bibbia)

Ascolta audio mp3
Play
Vuoi ricevere altri pensieri come questo?

Iscriviti per ricevere via email i nuovi pensieri pubblicati su Oggi In Cristo

Potrai cancellare l'iscrizione cliccando sul link presente in ogni email.

Ci sono cose considerate così preziose da dover essere custodite in cassaforte per evitare che persone malintenzionate possano impossessarsene.

Normalmente nelle casseforti trovano posto soldi, gioielli, ma anche titoli o documenti segreti che non devono finire nelle mani sbagliate.

In questo bellissimo verso, l’apostolo Paolo disse a Timoteo che doveva custodire il buon deposito. Era quindi stato affidato a Timoteo un contenuto prezioso. Di cosa si tratta? Dal contesto si capisce che questo deposito così prezioso è il messaggio del vangelo.

Custodire vuol dire tenere d’occhio, difendere, fare la guardia. Ma da cosa doveva essere difeso questo deposito così prezioso? Questa esortazione è ancora valida per noi oggi?

Il messaggio del vangelo, fin dal primo secolo, è sempre stato oggetto di attacchi speculativi che hanno dato origine a diverse eresie. Oggi, sorgono continuamente nuove sette che portano avanti eresie che aggiungono e tolgono alla parola di Dio e, oggi più che mai, l’esortazione a custodire il buon deposito è un imperativo.

Come possiamo riuscire a difendere la fede che ci è stata tramandata? Non siamo soli. Rileggendo il verso scopriamo che Paolo aveva già suggerito a Timoteo chi lo avrebbe aiutato in questo compito: lo Spirito Santo che abita in noi.

Coloro che hanno riposto la loro fede in Dio, hanno ottenuto una nuova vita proprio attraverso l’opera dello Spirito Santo. È Lui che ci conferma che siamo figli di Dio, è Lui che ci convince di peccato, è Lui che ci illumina mentre leggiamo la bibbia, facendoci vedere quali sono le cose che non piacciono a Dio!

Come credenti del ventunesimo secolo, abbiamo una grande responsabilità. Nel corso dei secoli, il messaggio del vangelo è giunto fino a noi attraverso le pagine della bibbia e attraverso la strumentalità di persone come Timoteo che lo hanno custodito, difeso, anche a prezzo della propria vita.

Oggi, credere nella bibbia come Parola di Dio e difenderne i contenuti ci porta ad essere derisi come furono derisi i nostri predecessori. Siamo pronti a custodire il buon deposito, difendendolo dagli attacchi a cui viene continuamente sottoposto, senza fare compromessi, senza cedere alla tentazione di credere che le cose siano cambiate e che forse alcune cose non sono più valide? Dio non cambia e la Sua parola è eterna. Lo Spirito Santo che abita in noi continuerà a ricordarcelo.

Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!