Dio ci circonda


Novità! --Scarica "Dio ci circonda" come un file PDF! --


Canto dei pellegrinaggi.

Quelli che confidano nel SIGNORE sono come il monte di Sion,
che non può vacillare, ma sta saldo in eterno.
Gerusalemme è circondata dai monti;
e così il SIGNORE circonda il suo popolo,
ora e per sempre.
Lo scettro dell’empio non rimarrà per sempre sull’eredità dei giusti,
affinché i giusti non tendano le loro mani verso il male.
O SIGNORE, fa’del bene ai buoni e ai retti di cuore.
Ma quanti deviano per sentieri tortuosi,
il SIGNORE li disperderà insieme ai malfattori.
Pace sia sopra Israele.

(Salmo 125:1-5 – La Bibbia)

Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

È terribile sentirsi impotenti di fronte all’ingiustizia e all’oppressione. Eppure, nella storia dell’umanità, in molti casi, chi ama la giustizia è stato oppresso da parte di persone malvagie e corrotte.

La prospettiva di questo salmo è proprio quella di chi si trova circondato dall’empietà. Non è chiaro se il salmo si riferisca ad oppressori interni (classi sociali più ricche che sfruttavano il povero) o esterni ad Israele (nemici di altre nazioni) ma la situazione è chiara: lo scettro è in mano all’empio, è lui che comanda.

In questa situazione è facile perdere ogni speranza, ma il salmo invita a guardare le cose da un altro punto di vista: lo scettro dell’empio non rimarrà per sempre sull’eredità dei giusti. Ovvero: verrà il tempo in cui Dio ristabilirà la giustizia, farà del bene ai giusti che confidano in Lui e disperderà i malfattori.

Il salmo parte dalla certezza che nulla sfugge al Signore. Il salmista alzando lo sguardo verso le alture intorno a Gerusalemme deve aver pensato all’amore di Dio e alla sua grazia che circondano il suo popolo proprio come i monti circondano Gerusalemme. Coloro che confidano in Dio, nonostante le difficoltà, non vacillano ma rimangono saldi come il monte Sion che, a conferma di questo salmo, è ancora lì dopo migliaia di anni.

Il salmo inserito nella raccolta dei “Canti dei pellegrinaggi” doveva infondere una grande speranza e pace nel cuore del pellegrino che si era recato a Gerusalemme per adorare, perché gli confermava che Israele sarebbe stato protetto da Dio per sempre e destinato alla pace, al di là delle circostanze che potevano essere avverse.

Queste parole recano conforto non solo ad Israele, ma anche a tutti coloro che confidano in Dio anche oggi. Se ci guardiamo intorno, non possiamo non vedere che anche la società moderna è in mano all’empio che sembra disporne come vuole.

È facile scoraggiarsi vedendo le ingiustizie e le sofferenze di questo mondo. Per molti è facile prendersela con Dio proprio per questo. Alcuni sarebbero tentati, proprio come ricorda il salmo, di rispondere al male con il male. Proprio perché questo non avvenga è necessario ricordare che tutto questo non durerà per sempre.

Infatti, verrà il tempo in cui queste ingiustizie finiranno. Verrà il tempo in cui Dio condannerà gli empi e i malfattori e farà del bene ai buoni e retti di cuore, coloro che confidano in Lui.

Non scoraggiamoci nel vedere l’ingiustizia. Ricordiamoci che Dio circonda il suo popolo e, in Cristo, per la sua grazia, anche noi ne facciamo parte.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!