Hai una buona parola? Dilla


Novità! --Scarica "Hai una buona parola? Dilla" come un file PDF! --


Nessuna cattiva parola
esca dalla vostra bocca;
ma se ne avete qualcuna buona,
che edifichi secondo il bisogno,
ditela
affinché conferisca grazia a chi l’ascolta.

(Efesini 4:29 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

«Perché non me lo hai detto prima?» Prima o poi, in una relazione interpersonale, si arriva ad un punto in cui una delle due parti pone questa domanda.
In quel momento si prende coscienza del fatto che, se ci si fosse parlati con maggiore schiettezza, si sarebbe potuto evitare il deteriorarsi di una situazione o della relazione stessa. Ti è mai capitato? A me è capitato diverse volte.
In quel momento ci accorgiamo che, così come le troppe parole sono fonte di problemi, anche parlare troppo poco può essere deleterio!

Le persone non hanno mai avuto tanti mezzi di comunicazione come il tempo in cui stiamo vivendo, eppure molti vivono senza comunicare davvero con chi li circonda.

Questo verso ci esorta ad evitare le parole cattive, quelle che possono ferire, ma nello stesso tempo ci incoraggia a non stare zitti quando abbiamo una buona parola, che può essere utile, che può contribuire a rinforzare il nostro rapporto con un’altra persona, o aiutare qualcuno a risolvere un problema.

Parole di grazia conferiscono grazia! Un credente che si lasci controllare dal Signore, sarà trasformato dalla grazia di Dio e le sue parole saranno portatrici di quella medesima grazia nelle relazioni interpersonali.

Dilla quella parola. Non tenertela dentro. Forse qualcuno aspetta da molto che tu la dica quella parola. Forse è tua mamma, forse tuo figlio, forse un amico.

Tuo marito ti ha delusa? Tuo fratello ti ha offeso? Perché non dirglielo? Perché non parlarne insieme serenamente ora? Perché rimandare a domani? Non rimuginare dentro di te perché un giorno potrai pentirti delle parole che non hai dette. Non lasciare che un rapporto si deteriori senza tentare di recuperarlo.

Un amico ha sbagliato e ha bisogno che tu lo corregga? Non avere paura di farlo. Non lasciarlo andare alla deriva senza avvisarlo del pericolo che sta correndo.

Non aver paura di disturbare un amico quando vedrai che il suo viso è triste. Magari sarà proprio il tuo conforto a riportare il sorriso sulle sue labbra.

Se hai una buona parola, dilla.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!