Imitatori di Dio Lettera agli Efesini - Episodio 17

Condividi questo articolo su:
Questo articolo è la parte 17 di 24 nella serie Lettera agli Efesini

Naviga nella serie

«Non rattristate lo Spirito

Il frutto della luce»


Novità! --Scarica "Imitatori di Dio" come un file PDF! --


Via da voi ogni amarezza, ogni cruccio e ira e clamore e parola offensiva con ogni sorta di cattiveria! Siate invece benevoli e misericordiosi gli uni verso gli altri, perdonandovi a vicenda come anche Dio vi ha perdonati in Cristo.
Siate dunque imitatori di Dio, perché siete figli da lui amati; e camminate nell’amore come anche Cristo vi ha amati e ha dato se stesso per noi in offerta e sacrificio a Dio quale profumo di odore soave.

(Efesini 4:31-5:2 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Indice generale della serie sulla lettera agli Efesini

Questo brano dice una cosa che a molti può sembrare incredibile, infatti dice che i credenti dovrebbero diventare imitatori di Dio.

Non dovremmo essere sorpresi da tale affermazione se consideriamo che, come abbiamo visto, la crescita cristiana porta i credenti ad assomigliare sempre più a Gesù, rivestendo l’uomo nuovo creato ad immagine di Dio. Tuttavia il contesto immediato di questi versi ci dice anche in cosa dovremmo imitare Dio in maniera più specifica.

Il contesto è quello dei conflitti che possono capitare anche tra i credenti. Quante volte siamo incapaci di risolvere i conflitti tra di noi e lasciamo spazio proprio all’amarezza, all’ira, al rancore? Quante volte invece di usare parole buone che spengono il fuoco, lo abbiamo attizzato con parole offensive, provocatorie e piene di cattiveria?

Come già osservato in precedenza è piuttosto inevitabile che prima o poi ci siano dei conflitti, infatti anche nelle migliori famiglie può capitare di avere dei piccoli diverbi. Ciò che però dovrebbe caratterizzare i cristiani e quindi la comunità del Signore è la capacita di risolvere i conflitti prendendo esempio da Dio stesso.

Perché dobbiamo imitare Dio? Perché Egli è nostro Padre e noi siamo Figli da lui amati. Ogni figlio ubbidiente ha normalmente come punto di riferimento il proprio Padre e impara da Lui il modo in cui ci si deve comportare.

In quale modo Dio ha risolto il conflitto con l’uomo che ha peccato contro di lui?

Se Dio avesse voluto fare semplicemente valere le sue ragioni, avrebbe punito l’uomo e non ci sarebbe per l’umanità alcuna speranza. Ma Dio è benevolo e misericordioso e non punisce l’uomo in base al suo peccato, anzi ha provveduto una soluzione per il peccato dell’uomo dandogli la possibilità di essere perdonato.

Ma la cosa incredibile è che l’uomo non deve fare nulla per essere perdonato, infatti Dio stesso ha offerto agli uomini un mezzo per ricevere il perdono. Dio ha infatti mostrato il suo amore mandando Gesù il Messia il quale ha dato se stesso per noi diventando un sacrificio che emana un profumo gradevole che sale alle narici di Dio e soddisfa la sua giustizia.

Ecco in quale modo Dio ci ha amati. Ecco in quale modo ci ha perdonati in Cristo.
Ecco come dobbiamo amare e come dobbiamo perdonare!

Se consideriamo le nostre relazioni ci rendiamo conto quanto il nostro modo di perdonare sia diverso da quello del nostro Padre celeste. Quante volte non siamo disponibili a superare le offese ricevute o ci aspettiamo risarcimenti che vanno ben oltre il lecito? Quante volte anche dopo esserci riappacificati, siamo pronti a ricordare al nostro interlocutore ciò che ci ha fatto, rinvangando il passato? Quante volte non siamo pronti a mostrare amore e a venire incontro a chi ci ha offeso mostrando benevolenza e misericordia?

Abbiamo proprio bisogno di diventare imitatori di Dio, abbiamo bisogno di imparare a perdonarci davvero a vicenda proprio come Lui ci ha perdonati in Cristo.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!