Basta con la menzogna!


Novità! --Scarica "Basta con la menzogna!" come un file PDF! --


Canto dei pellegrinaggi.
Nella mia angoscia ho invocato il SIGNORE,
ed egli m’ha risposto.
Signore, libera l’anima mia dalle labbra bugiarde,
dalla lingua ingannatrice.
Che ti sarà dato e che ti sarà aggiunto,
lingua ingannatrice?
Frecce appuntite di guerriero,
con carboni di ginepro.
Misero me che soggiorno in Mesec
e abito fra le tende di Chedar!
L’anima mia troppo a lungo
ha dimorato con chi odia la pace!
Io sono per la pace;
ma, quando parlo, essi sono per la guerra.

(Salmo 120:1-7 – La bibbia)

Non andrai qua e là facendo il diffamatore in mezzo al tuo popolo,
né ti presenterai ad attestare il falso a danno della vita del tuo prossimo.
Io sono il SIGNORE.

(Levitico 19:16)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Che tristezza vivere in una società fondata sulla menzogna, in cui tutti mentono a danno del prossimo, in cui la calunnia e la diffamazione sono all’ordine del giorno e, spesso, non vengono sanzionate ma addirittura favorite.

È davvero terribile scoprire che qualcuno ha mentito a tuo riguardo ed è ancora più terribile scoprire che le calunnie hanno trovato qualcuno disposte a riceverle come vere. Purtroppo, le parole, anche se false, trovano sempre orecchie disposte ad ascoltarle.

Questo salmo, il primo della collezione contrassegnata come canto dei pellegrinaggi, esprime tutta l’angoscia di chi è stanco di vivere in un mondo in cui domina la menzogna. Il pellegrino, recandosi a Gerusalemme per le feste, cosa cercava se non “shalom”, la pace, intesa non solo come assenza di ostilità ma anche in maniera positiva come pienezza, sicurezza, salute e benessere che solo Dio può donare?

Dove poteva trovare conforto se non nel soccorso in Dio? Nella sua angoscia sapeva di poter ottenere liberazione nel presente così come l’aveva avuta nel passato.

Le parole false sono come frecce appuntite lanciate da un abile guerriero e dal salmo sgorgano parole di avvertimento verso coloro che stanno mentendo: Dio farà in modo che vengano pagati con la stessa moneta, frecce appuntite di guerriero, con carboni di ginepro. chi cerca il conflitto, troverà conflitto nella sua vita.

Osservando la nostra società oggi possiamo comprendere come doveva sentirsi il salmista.

La menzogna è presente a tutti i livelli, come una cosa normale, e siamo continuamente immersi in un clima di inimicizia, ostilità, sempre in competizione gli uni con gli altri, costretti a difenderci con i denti.

Se siamo credenti non possiamo che immedesimarci nel lamento del salmista che si sente oppresso, come pellegrino in terra straniera, costretto a vivere in un mondo che disprezza la pace e calpesta il diritto, fomenta le divisioni e favorisce alcuni a danno di altri.

Chissà quante volte ci siamo trovati a confrontarci con la menzogna, essendo tentati di mentire a nostra volta per difenderci, per sopravvivere in un mare pieno di squali, dove la maggior parte delle persone ama la menzogna più che la verità.

Ma, come il salmista, in un mondo in cui tutti cercano la guerra, noi siamo per la pace, cerchiamo la pace e la giustizia. Non vogliamo rispondere a chi vive nella menzogna difendendoci con le stesse armi.

Come il salmista, sappiamo che Dio ci ha risposto e ci ha liberato molte volte nel passato e lo farà anche nel presente.

Invece di concentrarci su coloro che cercano il conflitto, portiamo a lui la nostra causa con la certezza che la difenderà, e godiamoci la pace che il mondo non conosce, la pace che Dio può donare anche a dispetto delle circostanze avverse.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!