L’amore che cambia tutto

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "L'amore che cambia tutto" come un file PDF! --


infatti l’amore di Cristo ci costringe,
perché siamo giunti a questa conclusione:
che uno solo morì per tutti,
quindi tutti morirono;
e ch’egli morì per tutti,
affinché quelli che vivono non vivano più per sé stessi,
ma per colui che è morto e risuscitato per loro.

(2Corinzi 5:14-15 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

L’apostolo Paolo prima della sua conversione ha perseguitato Gesù, perseguitando con grande fervore coloro che avevano creduto in lui. Poi, dopo la sua conversione ha dedicato tutta la sua vita al servizio di Gesù Cristo con un fervore ancora maggiore.

L’incontro con Gesù ha stravolto la vita dell’apostolo. Cosa lo ha spinto a servire in maniera così instancabile il suo salvatore? L’amore di Cristo.

L’amore che Cristo ha mostrato verso di noi è la molla che ci spinge ad amare a nostra volta. Ogni persona che abbia incontrato l’amore di Cristo non può non rimanerne meravigliato e la sua vita non può rimanere la stessa di prima.

Quando Cristo morì sulla croce per noi, portando su di sé i nostri peccati, egli agì come nostro rappresentante. Ciò significa che noi avremmo dovuto essere su quella croce.

Il credente che ha riposto la sua fiducia in Cristo e ha compreso ciò che Cristo ha fatto, realizza anche la sua unione con Cristo sulla croce. Ecco perché Paolo affermò che “uno solo morì per tutti,
quindi tutti morirono”.

Essere un cristiano non è solo il professare una religione, non è solo credere che Gesù ha fatto qualcosa per noi nel passato, senza che questo abbia grande influenza sul nostro presente.
La vita cristiana è invece la realizzazione di una vita nuova che lui produce in noi attraverso lo Spirito Santo. Come credenti realizziamo che quando Cristo è morto per i nostri peccati, di fatto noi siamo morti con lui per risorgere ad una nuova vita. Quando ci convertiamo, Dio attraverso il suo Spirito Santo ci fa sperimentare questa meravigliosa vita nuova in Cristo che ci permette di essere sempre più conformi a Lui e alla sua volontà!

Ecco perché, come abbiamo letto, Paolo realizzò che “egli morì per tutti, affinché quelli che vivono non vivano più per sé stessi, ma per colui che è morto e risuscitato per loro.”

Se abbiamo incontrato l’amore di Cristo, tale amore ci trasformerà in modo che possiamo vivere una vita altruistica, non più ripiegati su noi stessi, ma con un grande desiderio di imitare il nostro salvatore Gesù Cristo. Uno dei segni di una vita rinnovata sarà proprio questa spinta a vivere per Dio, a cercare la sua volontà.

Ringraziamo Gesù Cristo perché egli è morto al nostro posto ma ringraziamolo anche perché noi siamo morti con lui e siamo risorti ad una nuova vita. Ringraziamolo perché in noi non abita nessun bene in maniera naturale ma il suo amore ci costringe, ci trasforma, ci mette in grado di amare a nostra volta. L’amore di Cristo cambia davvero tutto.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!