Vale la pena essere mansueto?


Novità! --Scarica "Vale la pena essere mansueto?" come un file PDF! --


Io, Paolo, vi esorto per la mansuetudine e la mitezza di Cristo,
io, che quando sono presente tra di voi sono umile,
ma quando sono assente sono ardito nei vostri confronti (…)
Qualcuno dice infatti: «Le sue lettere sono severe e forti;
ma la sua presenza fisica è debole e la sua parola è cosa da nulla».
Quel tale si convinca che come siamo a parole,
per mezzo delle lettere, quando siamo assenti,
così saremo anche a fatti quando saremo presenti.

(2Corinzi 10:1,10-11 – La bibbia)

La vostra mansuetudine sia nota a tutti gli uomini. Il Signore è vicino.
(Filippesi 4:5 – La bibbia)

Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

La mansuetudine è una di quelle qualità che non vengono valorizzate molto nella nostra società e, per questo motivo, è una virtù che tendiamo a trascurare.

Il mondo che ci circonda ci stimola a sviluppare la nostra aggressività piuttosto che la nostra mansuetudine e siamo ben visti se siamo in grado di farci spazio a gomitate piuttosto che aspettare pazientemente il nostro turno.

Il mansueto viene visto come uno che non sa farsi rispettare, che non sa farsi le sue ragioni, un uomo destinato al fallimento nella propria vita.

Anche ai tempi dell’apostolo Paolo c’erano persone che davano più importanza alla “bella presenza” piuttosto che ai contenuti. Dalla sua lettera ai Corinzi si percepisce che Paolo fosse disprezzato da alcuni che consideravano la sua presenza debole rispetto al modo in cui lui si presentava nei suoi scritti. Essi scambiavano per debolezza la mansuetudine e la mitezza di Paolo che erano invece il frutto dello Spirito Santo nella sua vita il quale manifestava il carattere di Cristo. Paolo seguiva l’esempio di Gesù che aveva detto:”imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore (Mt 11:29), ma veniva frainteso e disprezzato. Per lui non sarebbe stato difficile mostrarsi più forte anche di persona e avrebbe potuto dimostrarglielo facilmente quando si fosse trovato in mezzo a loro la volta successiva. Ovviamente, avrebbe preferito evitarlo.

La mansuetudine e l’umiltà sono due caratteristiche irrinunciabili per l’uomo che vuole essere  utile al servizio di Dio.

Purtroppo le persone intorno a noi preferiscono spesso coloro che sanno battere i pugni e urlare più forte. Nel breve termine saranno questi ultimi ad ottenere più consensi.

Ti starai chiedendo se, allora, vale la pena essere mansueto in un mondo in cui l’aggressività viene premiata. Non lasciarti ingannare. Solo l’uomo mansueto, mite, umile, dolce, paziente, lascerà a Dio il timone della sua nave, il controllo della sua vita. Egli sarà come un vaso nelle mani di un vasellaio, pronto a lasciarsi plasmare per l’uso a cui Dio lo ha destinato. A dispetto delle apparenze, questa è la scelta vincente nel lungo termine.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!