Matrimonio in pericolo

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Matrimonio in pericolo" come un file PDF! --


Non privatevi l’uno dell’altro,
se non di comune accordo, per un tempo,
per dedicarvi alla preghiera;
e poi ritornate insieme,
perché Satana non vi tenti
a motivo della vostra incontinenza.

(1Corinzi 7:5 – La bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Il rapporto di coppia è una delle espressioni di amore più belle. Non a caso, nella bibbia, Dio utilizza spesso il rapporto uomo-donna come tipo del rapporto tra il Signore e il suo popolo.

La separazione e il divorzio sono fenomeni in crescita continua, quasi raddoppiati negli ultimi quindici anni in italia

Purtroppo sono fenomeni molto diffusi anche tra persone che dichiarano di essere cristiane.

Ci possono essere vari motivi che mettono in crisi un matrimonio, ma questo verso mi ha fatto riflettere sull’importanza della comunicazione e della preghiera tra coniugi cristiani.
Nel matrimonio, la mancanza di comunicazione può portare a problemi molto gravi ed anche al naufragio del rapporto.

Infatti, quanti uomini e donne coltivano risentimenti nei confronti del coniuge ma non riescono a trovare il coraggio di parlare chiaramente? Spesso non osiamo dire all’altro ciò che davvero pensiamo. Ci teniamo per noi le nostre sensazioni e ci costruiamo la nostra idea dell’altro, agendo nella convinzione che non valga la pena parlarne, tanto l’altro non ci ascolterà, e se ci ascoltasse non capirebbe. Così, rinunciamo al dialogo.

Ma, prima o poi, tutto ciò che non abbiamo il coraggio di chiarire con il nostro coniuge diventerà talmente insopportabile che scoppieremo come una pentola a pressione, diventando aggressivi e irritati, usando le parole come pugnali e reagendo in maniera spropositata rispetto a quanto sarebbe stato necessario, peggiorando ancora di più la situazione.

Alcuni coniugi diventano talmente rinunciatari a parlare in maniera schietta con il proprio partner da logorarsi interiormente fino a cercare in un’amicizia extraconiugale lo sfogo ritenuto necessario, parlando con un altro, uomo o donna, di argomenti di cui non si riusciva a parlare con il proprio coniuge. Tali amicizie talvolta sfociano nell’adulterio.

Il verso che abbiamo letto ci mette in guardia proprio sulla tentazione diabolica che si insinua nel rapporto quando i due coniugi non vanno d’accordo, allontanandosi l’uno dall’altra senza parlarne e senza pregare insieme! In questo modo espongono la loro relazione ad un grave pericolo!

Alcuni si rifugiano nella scusa di un problema di incompatibilità di carattere, ma con questa espressione, come credenti, rischiamo di mascherare solo l’incapacità di sottometterci entrambi al Signore. Infatti, due cristiani che hanno il medesimo Spirito e hanno Cristo nella loro vita, se affrontano la vita tenendo Dio e la sua parola al centro, pregando insieme quando ci sono difficoltà tra loro, troveranno in Lui l’aiuto necessario per superare gli ostacoli, per poi tornare a stare insieme, come dice questo verso.

Se ci basiamo sulla compatibilità di carattere, possiamo dire che difficilmente esistono al mondo due essere umani perfettamente compatibili! L’amore e il rapporto comiugale richiedono pazienza, dedizione e talvolta rinuncia per accogliere l’altro.

Non priviamoci l’uno dell’altro, se non per pregare insieme, per risolvere insieme le difficoltà
con l’aiuto di Dio per poi tornare insieme come dice questo verso.
Non privatevi l’uno dell’altro, se non di comune accordo, per un tempo, per dedicarvi alla preghiera; e poi riprendete il cammino insieme con rinnovato amore, come indica questo verso. Qualunque altra strada porta solo problemi e miseria a noi, al nostro partner e ai nostri figli.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged .

2 Comments

  1. Purtroppo anche i credenti si separono,è troppo difficile fare la volontà di Dio, ricucire un rapporto, fare in modo che il matrimonio funzioni; perchè sforzarsi? è quello che ci propone questa società. facilmente si cade nell’adulterio per provare delle nuove emozioni fare delle esperienze diverse per non sentirsi imprigionati dagli insegnamenti ricevuti senza una morale ma seguire il prprio cuore ed avere tutte le scusanti possibili davanti al Signore per essere compresi e magari chissà anche perdonati. Dove sono i veri credenti? dove sono le coppie che amano Dio e fanno la sua volontà.

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!