Il mondo sottosopra!

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Il mondo sottosopra!" come un file PDF! --


Ma i Giudei, mossi da invidia, presero con loro alcuni uomini malvagi tra la gente di piazza;
e, raccolta quella plebaglia, misero in subbuglio la città; e, assalita la casa di Giasone, cercavano di trascinare Paolo e Sila davanti al popolo.
Ma non avendoli trovati, trascinarono Giasone e alcuni fratelli davanti ai magistrati della città, gridando:
«Costoro, che hanno messo sottosopra il mondo, sono venuti anche qui,  e Giasone li ha ospitati;
ed essi tutti agiscono contro i decreti di Cesare, dicendo che c’è un altro re, Gesù».  
E misero in agitazione la popolazione e i magistrati della città, che udivano queste cose.

 (Atti 17:5-8 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Il vangelo è giunto fino a noi a partire da quei credenti del primo secolo, compresi Paolo e i suoi compagni, che venivano accusati di aver messo sottosopra il mondo e di agire contro i decreti di Cesare, dicendo che c’è un altro re.

Era un’accusa gravissima quella che veniva mossa a Paolo e ai suoi compagni. Gli avversari di Paolo a Tessalonica cercavano un pretesto per accusarlo ma, in un certo senso, era vero che il mondo era stato messo sottosopra. Ma non era stata l’abilità di Paolo e dei suoi compagni ad averlo fatto. Era il messaggio del vangelo che aveva la potenza necessaria per mettere sottosopra il mondo! Cesare si era imposto come imperatore del mondo, aveva imposto la sua pace, la pax romana, in qualche modo aveva imposto se stesso come risolutore dei problemi del mondo. In fondo era lui l’uomo più potente del mondo allora conosciuto.. Ma i cristiani annunciavano il vangelo di Gesù Cristo che superava di gran lunga il vangelo di Cesare! La venuta del figlio di Dio nel mondo faceva impallidire ogni altro annuncio riguardante un altro re o imperatore che fosse! Quei cristiani disprezzati da tutti, credevano e annunciavano che c’era una pace che il mondo non poteva dare, che Cesare non poteva dare.. l’essere umano aveva bisogni che Cesare non poteva soddisfare… C’era un regno che sorpassava in grandezza tutti i regni di questo mondo, compreso quello di Cesare! C’era un altro re, Gesù!

Noi cristiani oggi vogliamo esaltare Gesù il re dei re, proclamare a questo mondo sempre più materialista che c’è qualcosa di più oltre a soldi, sesso e successo, proclamare che non sarà l’abilità e la diplomazia dei politici a risolvere i problemi di questo mondo, a portare pace in medio oriente, non sarà lo stato islamico per cui molti stanno spargendo sangue in queste ore, non sarà l’utopia del comunismo e di tutte le altre ideologie che abbiamo visto fiorire nell’ultimo secolo. E’ vero! Il mondo, a causa del peccato, ha qualcosa che non va e ed ha bisogno di essere messo sottosopra! Ma è Gesù Cristo che può mettere a posto ogni cosa, nessun altro. Oggi vogliamo proclamare che c’è un altro re nel nome del quale è giusto che si pieghi ogni ginocchio nei cieli , sulla terra e sotto terra e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore alla gloria di Dio padre.” (Fil 2:10)

Ma ricordiamoci anche che Il nostro re è davvero speciale. Mentre i re di questa terra hanno uomini e donne pronti a morire per loro, Paolo nella sinagoga di Tessalonica, aveva parlato di un re che aveva dato la sua vita per i suoi sudditi. Paolo aveva ragionato sulle scritture “spiegando e dimostrando che il Cristo doveva morire e risuscitare dai morti.” «E il Cristo», egli diceva, «è quel Gesù che io vi annunzio» (At 17:3)

Il re messia che Paolo annunciava era un re inadeguato per molti suoi connazionali giudei. Un Messia che veniva ucciso era uno scandalo! Essi sapevano infatti che il messia doveva mettere a posto le cose come i profeti avevano detto, doveva ristabilire il regno ad Israele e ridare lustro a Gerusalemme! Ed è proprio questo che molti avevano contestato proprio a Gesù quando egli annunciava la sua morte: «Noi abbiamo udito dalla legge che il Cristo dimora in eterno; come mai dunque tu dici che il Figlio dell’uomo dev’essere innalzato? Chi è questo Figlio dell’uomo?» (Gv 12:34)

Ma per Paolo era fondamentale che il Cristo morisse e risuscitasse dalla morte! Gesù non era stato ucciso per sbaglio a Gerusalemme, ma il piano di Dio per la salvezza dell’uomo passava proprio per la croce di Cristo! La sua offerta era essenziale affinché gli uomini, siano essi giudei o gentili, potessero essere riconciliati con Dio. Il re dei re ha dato la sua vita per noi affinché noi potessimo vivere!

Non sono i cristiani che hanno messo sottosopra il mondo! E’ la venuta di Gesù il Messia che ha messo sottosopra il mondo dando inizio alla nuova creazione di Dio!

Molti considerano Gesù un grande uomo, una brava persona che ha dato buoni insegnamenti. Ma noi oggi vogliamo proclamare che Gesù è il Re dei re e che questo re doveva morire e risuscitare per la nostra salvezza e così ha fatto.

Questo è il messaggio che ha messo sottosopra il mondo! Il mondo non ha bisogno solo di un po’ di bontà e di buoni precetti di un grande pensatore o profeta, non ha bisogno solo di uomini politici, re, presidenti che pensano di avere la storia nelle loro mani ma ha bisogno del sangue di Cristo, ha bisogno della croce di Cristo, ha bisogno di comprendere che il Re dei Re ha spogliato sé stesso per prendere forma di uomo e dare la sua vita per ognuno di noi. E noi vogliamo esaltare e adorare questo re di cui siamo sudditi aspettando il suo ritorno.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!