Non guardare indietro

3apr-statua-di-sale_ris
Quando l’alba cominciò ad apparire, gli angeli sollecitarono Lot, dicendo:
«Alzati, prendi tua moglie e le tue figlie che si trovano qui,
perché tu non perisca nel castigo di questa città».  Ma egli indugiava;
e quegli uomini presero per la mano lui, sua moglie e le sue due figlie,
perché il SIGNORE lo voleva risparmiare; lo portarono via, e lo misero fuori della città. 
Dopo averli fatti uscire, uno di quegli uomini disse:
«Metti la tua vita al sicuro: non guardare indietro e non ti fermare in alcun luogo della pianura;
cerca scampo sul monte, altrimenti perirai!»
… … …
Il sole spuntava sulla terra quando Lot arrivò a Soar.
  Allora il SIGNORE fece piovere dal cielo su Sodoma e Gomorra zolfo e fuoco, da parte del SIGNORE;
  egli distrusse quelle città, tutta la pianura,
tutti gli abitanti delle città e quanto cresceva sul suolo. 
 Ma la moglie di Lot si volse a guardare indietro e diventò una statua di sale.

(Genesi 19:15-17,23-26 – La Bibbia)

In quel giorno, chi sarà sulla terrazza e avrà le sue cose in casa, non scenda a prenderle;
così pure chi sarà nei campi non torni indietro. 
Ricordatevi della moglie di Lot.  
Chi cercherà di salvare la sua vita, la perderà; ma chi la perderà, la preserverà.

(Luca 17:31-33)
Ascolta audio mp3
Esegui
Vuoi ricevere altri pensieri come questo?

Iscriviti per ricevere via email i nuovi pensieri pubblicati su Oggi In Cristo

Potrai cancellare l'iscrizione cliccando sul link presente in ogni email.

Gesù, nell’insegnare ai propri discepoli l’importanza di farsi trovare sempre pronti in attesa della chiamata di Dio, utilizzò proprio l’esempio della moglie di Lot. “Ricordatevi della moglie di Lot”.

Gli angeli erano stati chiari nell’indicare che Lot e i suoi famigliari non avrebbero dovuto voltarsi mentre si allontanavano da Sodoma, ma la moglie di Lot non diede ascolto e venne trasformata in una statua di sale.

La moglie di Lot si voltò perché evidentemente aveva lasciato a malincuore la città di Sodoma. chissà quante cose preziose aveva lasciato laggiù. Il suo cuore era rimasto attaccato a Sodoma e non riuscì a resistere alla tentazione di girarsi indietro.

Il fatto che Gesù abbia utilizzato proprio l’esempio della moglie di Lot parlando ai suoi discepoli ci fa riflettere sul fatto che anche noi rischiamo di guardarci indietro quando Dio ci chiede di seguirlo. Ho conosciuto molte persone che dichiarano di credere in Dio, eppure non prendono un impegno chiaro nei suoi confronti. È come se fossero stati illuminati eppure preferissero continuare a vivere al buio. Hanno conosciuto la verità eppure preferiscono continuare a vivere nella menzogna. Preferiscono rimandare la decisione di seguire Dio, perché hanno paura di perdere la propria vita. Non capiscono che l’unico modi di preservare la propria vita è proprio quella di donarla a Dio lasciando che sia Lui a guidarla.

In fondo la moglie di Lot ha fatto proprio così. Non si è fidata di Dio. Non ha capito che sarebbe stata meglio lontano da Sodoma. Non riusciva a pensare ad una vita lontano da Sodoma, e così si girò…

Ci piace troppo fare ciò che vogliamo. Ci piace troppo vivere sguazzando in ciò che la bibbia chiama peccato. È difficile rinunciarvi proprio perché pensiamo, come la moglie di Lot, che la vita lontano da Sodoma non sia degna di essere vissuta.

Forse anche tu pensi che non valga la pena affidarsi a Dio e continui a tenere gli occhi fissi sulla vita che hai sempre fatto. Ma credimi, Dio ha in serbo qualcosa di molto meglio per te.

Lascia Sodoma e non guardare indietro per nessun motivo. Ricordati della moglie di Lot.

 

Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!