Perfetti per sempre Nessuno è perfetto... eppure in un certo senso puoi esserlo anche tu!

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Perfetti per sempre" come un file PDF! --


Mentre ogni sacerdote sta in piedi ogni giorno
a svolgere il suo servizio
e offrire ripetutamente gli stessi sacrifici che non possono mai togliere i peccati,
Gesù, dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per sempre,
si è seduto alla destra di Dio,
e aspetta soltanto che i suoi nemici
siano posti come sgabello dei suoi piedi.
Infatti con un’unica offerta
egli ha reso perfetti per sempre quelli che sono santificati.

(Ebrei 10:11-14 – La bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Come può l’uomo relazionarsi con Dio?

Come può l’uomo peccatore pensare di potersi avvicinare a Dio, il Santo e il Giusto per eccellenza?

Fin dalle prime pagine della bibbia apprendiamo che l’uomo è  stato creato da Dio per essere in relazione con Lui, ma la disubbidienza dell’uomo ha perturbato quella relazione, infatti il peccato merita la morte.

Affinché l’uomo potesse ritornare a godere piena comunione con il suo Creatore, era necessario che venisse rimosso l’ostacolo e la bibbia spiega proprio la storia della salvezza ovvero del modo in cui Dio ha provvisto una soluzione a questo problema.

Il tempio, il sacerdozio e i sacrifici descritti in particolare nel libro del Levitico ci fanno comprendere che l’uomo ha bisogno di un modo per riscattare la propria vita ed essere riconciliato con Dio. In particolare,  Dio aveva previsto che l’uomo si avvicinasse a Lui nel luogo preposto (il tempio), attraverso degli intermediari (i sacerdoti) che portassero delle offerte per ristabilire la comunione con Dio. Alcune offerte erano animali la cui vita sarebbe stata offerta come espiazione per i peccati di colui che la presentava.

Dio aveva ordinato di porre il sangue delle vittime sacrificali sull’altare proprio perché rappresentava la vita che veniva offerta come espiazione (Levitico 17:11). Il sangue non aveva  un potere magico, come invece attribuitogli da molte religioni ancora oggi, ma era un simbolo della vita che veniva offerta in cambio di colui che presentava l’offerta.

La caratteristica di tali offerte era la loro temporaneità. Esse necessitavano di essere ripetute giorno dopo giorno e anno dopo anno. Questo fatto, nella lettera agli ebrei viene utilizzato come indicazione del fatto che tali sacrifici erano solo una figura di un sacrificio più eccellente, definitivo, che avrebbe risolto il problema del peccato una volta per tutte.

Tale sacrificio definitivo è proprio il sacrificio di Gesù. Egli ha offerto la sua vita una volta per sempre e non è più necessario un altro sacrificio per il peccato. Non abbiamo più bisogno di altri intermediari perché Lui è il Sommo Sacerdote definitivo, eterno, che non necessita più di essere sostituito!

Mentre i sacerdoti erano sempre in piedi al lavoro, giorno dopo giorno, Gesù ha completato la sua offerta una volta per sempre e si è seduto alla destra di Dio, aspettando soltanto che i suoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi, cosa che si realizzerà alla fine dei tempi.

Egli ha reso perfetti per sempre coloro che sono santificati, ovvero coloro che sono stati redenti, messi da parte, coloro che ora appartengono a Lui, avendo riconosciuto il valore del sacrificio di Gesù. Ciò non significa che essi non peccheranno più ma che, quanto alla salvezza, essa è perfetta ovvero completa, definitiva.

Quale onore abbiamo di poterci avvicinare a Dio sapendo che non abbiamo più bisogno di un luogo specifico, di un intermediario e di una vita da offrire… Infatti il nostro intermediario è Gesù, il sacrificio è la sua vita data una volta per tutte, e il luogo non è più un tempio fisico ma il cielo stesso in cui Gesù è entrato e si è seduto alla destra di Dio. Egli ci ha resi perfetti per sempre.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!