Pronti a rispondere

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Pronti a rispondere" come un file PDF! --


Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi
a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni.
Ma fatelo con mansuetudine e rispetto,
e avendo la coscienza pulita;
affinché quando sparlano di voi,
rimangano svergognati
quelli che calunniano la vostra buona condotta in Cristo.

(1Pietro 3:15-16 – La bibbia)

Quando poi vi condurranno davanti alle sinagoghe,
ai magistrati e alle autorità,
non preoccupatevi del come e del che risponderete a vostra difesa,
o di quello che direte;
perché lo Spirito Santo vi insegnerà
in quel momento stesso quello che dovrete dire.
(Luca 12:11-12) (Parallelo Marco 13:11, Matteo 10:19)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Vi è mai capitato di sentirvi in difficoltà ad esprimere le vostre convinzioni di fede in alcune circostanze? A me è capitato. Essendo anche di carattere piuttosto introverso, non è mai stato facile per me espormi, soprattutto in pubblico. E molte volte mi è capitato di perdere delle occasioni in cui potevo testimoniare di Dio e della sua grazia proprio per il timore insito nel mio carattere.

Nel corso degli anni però le cose sono migliorate e devo ringraziare Dio per questo.

I passi che ho appena letto sono tra quelli che mi hanno aiutato molto a sbloccarmi. Mi hanno fatto capire che come credente devo sempre essere pronto ad esprimere le mie convinzioni, soprattutto quando ho l’opportunità di spiegare ad altri la speranza che è in me!

Mi sono reso conto che è anche un gesto d’amore condividere con altri qualcosa di così prezioso come la fede, affinché anche loro possano avere il medesimo rapporto con Dio e la medesima speranza!

Se stiamo zitti, lasceremo spazio alle sciocche ed insulse filosofie di cui il mondo è pieno. Non dobbiamo essere aggressivi o offensivi, ma non possiamo rinunciare ad esprimere le nostre convinzioni cristiane, ovviamente con mansuetudine e rispetto, in modo da non dare occasione di biasimo agli altri.

Spesso mi succedeva di essere preoccupato per le domande che altri avrebbero potuto farmi, come se avessi dovuto conoscere in anticipo ogni possibile risposta. Ma è stato confortante scoprire che, anche se i credenti si fossero trovati in difficoltà, perseguitati e portati davanti ad un’autorità, il Signore, attraverso lo Spirito Santo, sarebbe intervenuto in maniera opportuna per donare loro le risposte di cui hanno bisogno.

Perché, quindi, dovremmo essere preoccupati quando possiamo rendere conto della speranza che è in noi? Cosa dovrebbe farci paura?

Per farci trovare pronti, noi dobbiamo coltivare il nostro rapporto con Dio, nutrirci della sua parola, esercitare la preghiera, e confidare nel fatto che sarà Lui stesso a ricordarci le parole di cui ci siamo nutriti, quando ne avremo bisogno.

A volte mi capita ancora di essere un po’ impacciato a causa del mio carattere, però devo dire che il Signore non ha mai mancato di ricordare alla mia mente le parole opportune in ogni circostanza in cui mi sono trovato.

È davvero bello poter confidare in Dio sapendo che al momento opportuno egli mi guiderà nel rendere conto a chi mi chiede spiegazioni di ciò in cui credo. Da parte mia, però, devo farmi trovare sempre pronto.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!