La prova del fuoco

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "La prova del fuoco" come un file PDF! --


Perciò voi esultate anche se ora, per breve tempo,
è necessario che siate afflitti da svariate prove,
affinché la vostra fede, che viene messa alla prova,
che è ben più preziosa dell’oro che perisce,
e tuttavia è provato con il fuoco,
sia motivo di lode, di gloria e di onore
al momento della manifestazione di Gesù Cristo.

(1Pietro 1:6-7)

Fratelli miei, considerate una grande gioia
quando venite a trovarvi in prove svariate,
sapendo che la prova della vostra fede produce costanza.
E la costanza compia pienamente l’opera sua in voi,
perché siate perfetti e completi, di nulla mancanti.

(Giacomo 1:2-4)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Il fuoco brucia e a nessuno piace attraversarlo. Eppure prima o poi nella vita tutti dobbiamo affrontarlo.

Mi riferisco alle prove, quelle situazioni difficili in cui soffriamo e in cui non vorremmo mai venirci a trovare.

Prima o poi affronteremo una malattia o sopporteremo la morte di un nostro caro o perderemo il posto di lavoro. Non è vero che essere cristiani ci mette al riparo dalla sofferenza, infatti c’è tanta sofferenza nel mondo, anche per i cristiani.

I credenti del primo secolo a cui si rivolge la prima epistola di Pietro, ad esempio, erano perseguitati. Molti di loro avevano visto amici o parenti uccisi o torturati per la propria fede. Lo stesso accade oggi in molti paesi del mondo dove dire di essere un cristiano significa mettere a repentaglio la propria vita o comunque prepararsi a soffrire molto.

Ma questi versi che abbiamo appena letto ci ricordano che il Signore sa che nel tempo presente siamo sottoposti alla sofferenza e ci incoraggia ad affrontarla sapendo che la sofferenza è spesso il mezzo con cui la nostra fede viene messa alla prova per uscirne ancora più forte di prima, proprio come l’oro viene affinato quando passa attraverso il fuoco.

Secondo Pietro, attraverso le prove, la nostra fede si affina in vista dell’incontro con il nostro salvatore Gesù Cristo. Allo stesso modo, Giacomo nella sua epistola ci esorta a considerare le prove come il mezzo attraverso il quale ci rafforziamo nella nostra fede divenendo sempre più costanti, e di conseguenza sempre più perfetti, completi.

Quanto cambia la nostra prospettiva quando vediamo le prove in questo modo! Ovviamente non cerchiamo la sofferenza volontariamente, altrimenti saremmo masochisti, ma quando la sofferenza entra a far parte della nostra vita almeno possiamo essere consolati e gioiosi ricordando che, come l’oro, stiamo passando attraverso il fuoco per uscirne molto più affinati, sempre più costanti, più completi, più rafforzati nella fede, pronti ad incontrare il nostro Signore.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!