Quando gli occhi si aprono

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Quando gli occhi si aprono" come un file PDF! --


«Uomini d’Israele, ascoltate queste parole!
Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra di voi
mediante opere potenti, prodigi e segni
che Dio fece per mezzo di lui, tra di voi,
come voi stessi ben sapete,
quest’uomo, quando vi fu dato nelle mani
per il determinato consiglio e la prescienza di Dio,
voi, per mano di iniqui,
inchiodandolo sulla croce, lo uccideste;
ma Dio lo risuscitò,
avendolo sciolto dagli angosciosi legami della morte,
perché non era possibile che egli fosse da essa trattenuto
(…)
Questo Gesù, Dio lo ha risuscitato;
di ciò, noi tutti siamo testimoni.
Egli dunque, essendo stato esaltato dalla destra di Dio
e avendo ricevuto dal Padre lo Spirito Santo promesso,
ha sparso quello che ora vedete e udite
(…)
Sappia dunque con certezza tutta la casa d’Israele
che Dio ha costituito Signore e Cristo
quel Gesù che voi avete crocifisso».

(Atti 2:22-24,32-33,36 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

La conversione di una persona è un fenomeno davvero affascinante.

Quando hai conosciuto una persona che fino a qualche tempo prima era assolutamente incredula, lontana da Dio, disinteressata ad ogni tipo di argomentazione religiosa e poi, incontrandola dopo poco tempo, la vedi trasformata, pronta a lasciare ogni cosa pur di seguire Gesù, ti rendi conto di cosa davvero sia in grado di fare Dio nella vita di una persona.

Mentre si leggono questi versi che riportano il discorso di Pietro fatto in occasione della discesa dello Spirito Santo a Pentecoste, si ha proprio la sensazione che non sia la stessa persona che poche settimane prima aveva tentato di fermare Gesù dicendogli che non sarebbe dovuto andare sulla croce.

Pietro aveva giudicato assurdo il fatto che Gesù sarebbe dovuto morire. Aveva detto che questo non sarebbe mai dovuto accadere. D’altra parte tutto questo aveva una certa base in quanto era ovvio dalle scritture dell’antico testamento che il Messia dovesse vivere per sempre. Ciò che non era chiaro era il fatto che il Messia sarebbe passato attraverso la morte e la resurrezione per poter vivere per sempre. Non era chiaro che il Messia dopo aver sofferto per i peccati sarebbe tornato una seconda volta per regnare. Quindi, applicando una certa logica, se Gesù era il Messia, Pietro si aspettava che non sarebbe morto.

Ma dopo la discesa dello Spirito Santo, a Pentecoste, ci troviamo davanti un Pietro completamente diverso. Le sue parole dimostrano che ora aveva capito che Gesù doveva essere ucciso per poi risorgere, e che tutto questo non era stato casuale, ma era stato stabilito da Dio. Quel Gesù che era stato ucciso era risorto ed era stato stabilito Signore e Messia! Inoltre, Pietro aveva capito che ora si entrava in una fase successiva attraverso la venuta dello Spirito Santo.

È davvero incredibile come Pietro sia cambiato nel giro di poco tempo. Egli valutava gli eventi relativi alla croce in maniera completamente diversa a quanto aveva fatto fino a poco tempo prima. L’azione di Dio nella sua vita è evidente.

Quando ci troviamo davanti persone che non capiscono il piano di Dio o addirittura se ne fanno beffe, siamo tentati di pensare che non ci sia speranza e che sia meglio lasciar perdere.

Ma dobbiamo ricordarci che, come Dio ha cambiato il cuore di Pietro e ha cambiato anche il nostro cuore, è in grado di cambiare il cuore di nostra moglie, nostro marito, i nostri figli, i nostri parenti, i nostri amici… Se non credessimo questo, non avrebbe neanche senso continuare a parlare di Gesù.

Quando gli occhi si aprono, come Pietro, non vediamo più le cose come le vedevamo prima. 

Non ci arrendiamo quindi, ma continuiamo a testimoniare della nostra fede sapendo che il medesimo Dio che ha aperto i nostri occhi, può aprire anche quelli degli altri.

Se non è ancora accaduto, prego il Signore  perché apra anche i tuoi e tu possa vedere chi è davvero Gesù.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged .

One Comment

  1. L’Amore di DiO sempre stupisce come pure il rifiuto di questo Amore. A noi le spine del seminatore che non sono paragonabili alla corona di spine del Cristo. Pietro ne sa qualche cosa e quel comando… TU SEGUIMI! l’ha fatto suo… Seguiamo Gesù seminando con gioia! SHALOM

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!