Sarà un’ottima annata!

Condividi questo articolo su:

Novità! --Scarica "Sarà un'ottima annata!" come un file PDF! --


Meglio poco
con il timore del SIGNORE,
che gran tesoro
con turbamento.

(Proverbi 15:16 – LA BIBBIA)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Molti hanno concluso l’anno appena trascorso augurandosi gli uni gli altri che l’anno nuovo sia migliore di quello appena passato.

“Buon anno” è stata la frase più ricorrente subito dopo la mezzanotte di oggi.

Sarà un’ottima annata? Chi di noi può dire se le cose andranno bene o male finanziariamente? Chi di noi può sapere in anticipo se sarà in buona salute o in malattia? Chi può sapere se i propri desideri si realizzeranno?

Tutti, credenti o non credenti, devono ammettere che nella propria vita ci sono e ci saranno sempre giorni più tristi di altri, giorni in cui le nuvole oscurano il sole.

Essere credente non vuol dire non provare mai dolore.

Essere credente non vuol dire che nella nostra vita non ci accadranno cose spiacevoli. Anzi, è matematico che prima o poi accadano.

Ma il credente sa con certezza che dietro quelle nuvole il sole è sempre presente e splendente, anche quando non lo vediamo.

Se la nostra felicità dipenderà dalle circostanze in cui di volta in volta verremo a trovarci, allora prepariamoci ad un’annata come tante altre, fatta di cose più o meno belle ed altre più o meno brutte. Anzi, in quest’ottica, ogni anno è peggiore di quelli precedenti perché diventiamo più vecchi e, per quanto lontana possa essere, si avvicina sempre di più l’ora della nostra
morte.

Gli scettici e i superstiziosi faranno i loro scongiuri, ma io, in tutta onestà posso dire con assoluta certezza che sarà un bellissimo anno, qualunque cosa accada.

Secondo questo verso, infatti, non è la ricchezza o la povertà, il molto o il poco, ad avere importanza, ma il come! Meglio poco con il Signore che grandi ricchezze senza di lui.

Le ricchezze non risolvono i problemi esistenziali dell’uomo e spesso, per ottenerle, l’uomo diventa ansioso, preoccupato, irascibile, turbato. Ma l’incontro con Dio mette ogni tassello della nostra vita al suo posto e ciò che abbiamo, poco o molto, non è più fonte di turbamento, ma solo di ringraziamento!

Sono certo che spenderò ogni giorno dell’anno appena cominciato con Gesù, il mio salvatore, sia i giorni belli che quelli meno gradevoli. Per questo motivo, tra l’altro, ho intitolato “Oggi in Cristo” il blog in cui scrivo i miei pensieri giornalieri . Infatti, indipendentemente dalle circostanze favorevoli o avverse, voglio che ogni giorno sia comunque per me un giorno “in Cristo”.

Prego il Signore affinché la felicità che deriva dall’incontro con il mio salvatore sia sempre più forte di tutti i dispiaceri che la vita potrà darmi.

E se sarà così, sono sicuro che sarà un’ottima annata.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!