Tornare a vivere

13mar-tornare-a-vivere_ris

E le donne dicevano a Naomi:
«Benedetto il SIGNORE,
il quale non ha permesso che oggi ti mancasse uno con il diritto di riscatto!
Il suo nome sia celebrato in Israele!
Egli consolerà l’anima tua
e sarà il sostegno della tua vecchiaia;
l’ha partorito tua nuora che ti ama,
e che vale per te più di sette figli».
E Naomi prese il bambino,
se lo strinse al seno, e gli fece da nutrice.
Le vicine gli diedero il nome,
e dicevano:«È nato un figlio a Naomi! »
Lo chiamarono Obed.
Egli fu il padre d’Isai, padre di Davide.

(Rut 4:14-17 – La Bibbia)

Ascolta audio mp3
Play
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere i nuovi pensieri pubblicati su Oggi In Cristo

Potrai cancellare l'iscrizione cliccando sul link presente in ogni email.

Nei momenti difficili della nostra vita, siamo così concentrati sulla situazione in cui ci troviamo che spesso non riusciamo nemmeno ad immaginare che potremmo ritornare ad essere felici in futuro.

Il libro di Rut ci fa proprio vedere la storia di Naomi che, progressivamente, passa dalla tristezza alla gioia, dalla completa disperazione alla speranza di un futuro radioso.

La disponibilità di Rut ad essere usata dal Signore per la consolazione di Naomi fu fondamentale e alla fine ha dato i suoi frutti.

Leggendo il libro si nota come Dio guidò le cose, lasciando che Rut trovasse lavoro nel campo di Boaz. C’erano decine e decine di campi in cui Rut sarebbe potuta andare a finire ma, per caso, si trovò nella terra appartenente a Boaz, un parente di Elimelec, che aveva quindi diritto di riscatto,ovvero poteva sposare Rut, se lo avesse voluto,  e il primogenito nato da quell’unione sarebbe stato progenie del parente defunto (De 25:5-6).

Mentre gli increduli credono nella fortuna, noi sappiamo che Dio ha ogni cosa sotto il suo controllo.

Dio mostrò la sua compassione verso Naomi lasciando che Rut incontrasse Boaz e da qui in poi la storia assunse toni completamente diversi. Naomi capì che le cose potevano cambiare.
Finalmente, dopo tanta amarezza, Naomi rivide uno spiraglio di luce. Capì che il Signore poteva dare un futuro alla sua famiglia proprio usando la sua nuora moabita. Tornò a vivere.

Boaz sposò Rut e il libro si conclude con una Naomi finalmente felice con il suo nipotino in braccio…

Dio consolò Naomi  in maniera completa, al di là di ogni aspettativa. Naomi non poteva sapere che quel bambino che stava stringendo sarebbe stato il nonno di Davide, il più grande re nella storia di Israele. La Naomi che non aveva speranza sarebbe diventata addirittura antenata del grande re Davide  e, di conseguenza, del re dei re, Gesù, il Messia!

Colui che era sembrato un giudice cattivo aveva lavorato durante tutto il tempo come un padre amorevole per dare consolazione a Naomi, anche mentre lei non se ne rendeva ancora conto. Questo ha richiesto tempo e ha richiesto la strumentalità di persone come Rut e Boaz nel lasciarsi usare da Dio a questo scopo.

Dio ha guidato ogni cosa permettendo che Naomi  ritornasse a vivere con speranza.  Forse oggi anche tu non vedi nella tua vita alcuna speranza per il futuro… Ma non scoraggiarti, sei sicuro che Dio non stia lavorando dietro le quinte affinché tu possa avere ancora grande gioia nella tua vita?

Posted in Pensieri and tagged .

3 Comments

  1. Si, si Dio sta preparando il nostro percorso nei dettagli più piccoli; basta un cuore infranto,un spirito afflitto basta una canna spezzata, Egli è lì non si fa aspettare pronto ad operare a cambiare la tristezza in gioia, benedicendo ogni giorno della nostra vita. Io ho fatto questa esperienza, ho fatto un passo verso di lui e lui ha fatto dieci verso di me venendo incontro ai miei bisogni, da quelli primari fino a quelli più alti, riservandomi momenti di profonda comunione ed empatie con Gesù e con quelli che hanno il suo spirito.Il mio rimpianto è che per anni sono stata lontano da questa unica e vera felicità, non sapendo cosa mi sono persa. Adesso voglio ricuperare sono assetata ed affamata non desidero altro che crescere e maturare, pronta per essere usata dal Signore per la gloria del suo nome, per conquistare altre anime per Lui! Anche tu Omar alla tua volta sei stato usato per fertilizzare per nutrire quelli che hanno avuto voglia di leggere e assimilare queste riflessioni! Sia lodato il Signore!

      • Anche io spero Omar, e credo che Egli manterrà la sua promessa di portare a buon fine la sua opera iniziata in ogni uno di noi. Spetta a noi:sostenendoci nelle preghiere, incoraggiandoci a vicenda, amandoci, sopportandoci,perdonandoci,come Egli ha fato con noi. A Lui tutta la gloria!

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!