Un altro consolatore Evangelo di Giovanni - Episodio 57

Questo articolo è la parte 57 di 90 nella serie Evangelo di Giovanni

Naviga nella serie

«Chi ha visto me ha visto il Padre

La mia pace»


Novità! --Scarica "Un altro consolatore" come un file PDF! --


«Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro consolatore, perché stia con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché dimora con voi, e sarà in voi.
Non vi lascerò orfani; tornerò da voi. Ancora un po’, e il mondo non mi vedrà più; ma voi mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno conoscerete che io sono nel Padre mio, e voi in me e io in voi. Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui»
Giuda (non l’Iscariota) gli domandò: «Signore, come mai ti manifesterai a noi e non al mondo?» Gesù gli rispose: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose, stando ancora con voi; ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto quello che vi ho detto.

(Giovanni 14:15-26 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

indice-giovanni

Erano le ultime ore in cui Gesù stava con i discepoli prima della sua crocifissione. Egli era stato il loro maestro per molto tempo e aveva insegnato loro come dovevano servire Dio e come dovevano servirsi gli uni gli altri. I discepoli avevano visto le sue opere, il suo modo di interpretare e di vivere la legge, avevano assistito alle sue discussioni con i Farisei, ma soprattutto avevano visto il suo grande amore verso l’umanità che Egli aveva mostrato ogni giorno in ciò che faceva.

Stava per giungere il momento in cui sarebbero stati loro a predicare il regno di Dio e lo avrebbero dovuto fare seguendo le orme del loro maestro, osservando le sue parole, i suoi comandamenti, imitando le sue azioni. Gesù sapeva che solo coloro che lo avessero davvero amato, avrebbero seguito le sue orme e i suoi insegnamenti. Egli aveva onorato il Padre con le sue parole e le sue azioni e i suoi discepoli avrebbero fatto lo stesso.

Gesù non era solamente il loro maestro, ma era il loro consolatore, il loro avvocato, Colui che avrebbe sempre difeso la loro causa. Gesù sarebbe risorto e i suoi discepoli lo avrebbero rivisto e la sua risurrezione sarebbe stata la prova che anche loro un giorno sarebbero risorti. Come Egli era vivo, anche essi avrebbero avuto vita eterna! Ma poi Egli sarebbe asceso al Padre e loro avrebbero dovuto proseguire il loro cammino senza la sua presenza fisica.

Egli, però, non li avrebbe lasciati soli, infatti avrebbero avuto un altro consolatore, lo Spirito Santo, lo Spirito della verità che avrebbe continuato l’opera di insegnamento di Gesù in loro, ricordando loro le parole di Gesù e guidandoli nel loro cammino.

Essi avevano già visto l’azione dello Spirito Santo in mezzo a loro attraverso l’opera di Gesù, ma Gesù stava dicendo loro che lo Spirito sarebbe stato in loro! Che incoraggiamento doveva essere per i discepoli! Che splendida notizia sapere che non sarebbero stati soli ma lo Spirito Santo sarebbe stato per sempre con loro e soprattutto in loro!

Lo Spirito Santo sarebbe stato in loro a conferma della loro vita eterna, della loro appartenenza a Lui. Infatti lo Spirito Santo sarebbe stato nei discepoli di Gesù, rendendo testimonianza in loro del fatto che erano figli di Dio (si veda Romani 8:16). I discepoli di Gesù e tutti coloro che nei secoli seguenti avrebbero seguito le loro orme, avrebbero amato Gesù, lo avrebbero riconosciuto come Signore e avrebbero ubbidito ai suoi comandamenti. Essi avrebbero avuto una relazione con Gesù e con il Padre proprio attraverso l’opera dello Spirito Santo in loro perché a loro Dio avrebbe manifestato il proprio amore proprio attraverso lo Spirito della verità in loro.

Gesù non si sarebbe manifestato al resto del mondo, agli increduli, attraverso lo Spirito Santo perché coloro che rifiutano il Figlio, non hanno neanche una relazione con il Padre e non possono avere la consolazione dello Spirito Santo. Solo coloro che avrebbero amato Gesù e avrebbero osservato la sua parola avrebbero avuto una piena relazione con Dio. Il Figlio avrebbe pregato il Padre che avrebbe inviato lo Spirito Santo. Il Padre li avrebbe amati e, attraverso lo Spirito Santo, Padre e Figlio avrebbero dimorato con loro.

Gesù aveva detto queste cose mentre si trovava ancora con loro, ma il Consolatore avrebbe proseguito il suo insegnamento. Le loro parole avrebbero avuto una medesima origine. Infatti il Figlio diceva le parole del Padre e lo Spirito Santo avrebbe detto le parole del Figlio.

Questo è uno di quei brani in cui vediamo una meravigliosa azione congiunta con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che sono uniti e determinati nel dimorare con coloro che avrebbero seguito Gesù Cristo. Anche se non capiamo fino in fondo come sia possibile una cosa del genere perché la nostra mente imperfetta e finita fa fatica ad afferrare la natura perfetta e infinita di Dio, ci rendiamo conto di quanto Dio ci abbia amati. Egli ci ha dato un grande consolatore nel Figlio che ha dato la sua vita per noi e continua a mostrarci il suo amore attraverso un altro consolatore, lo Spirito Santo che ci guida nella verità. Di fronte al grande amore di Dio non possiamo fare altro che inchinarci dando a lui l’onore, la gloria, la lode e il ringraziamento.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged , .

One Comment

  1. In questo capitolo si capisce che lo SPIRITO SANTO , non solo è necessario , ma indispensabile . E\’ il ns insegnante e il ns consolatore.

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!