Un impegno solenne


Novità! --Scarica "Un impegno solenne" come un file PDF! --


Allora il popolo rispose e disse: «Lungi da noi l’abbandonare il SIGNORE per servire altri dèi! Poiché il SIGNORE è il nostro Dio; è lui che ha fatto uscire noi e i nostri padri dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù, che ha fatto quei grandi miracoli davanti ai nostri occhi e ci ha protetti per tutto il viaggio che abbiamo fatto, e in mezzo a tutti i popoli fra i quali siamo passati;
e il SIGNORE ha scacciato davanti a noi tutti questi popoli, e gli Amorei che abitavano il paese. Anche noi serviremo il SIGNORE, perché lui è il nostro Dio».
E Giosuè disse al popolo: «Voi non potete servire il SIGNORE, perché egli è un Dio santo, è un Dio geloso; egli non perdonerà le vostre ribellioni e i vostri peccati. Quando abbandonerete il SIGNORE e servirete dèi stranieri, egli si volterà contro di voi, vi farà del male e vi consumerà, dopo avervi fatto tanto bene».
E il popolo disse a Giosuè: «No! Noi serviremo il SIGNORE».
E Giosuè disse al popolo: «Voi siete testimoni contro voi stessi, che vi siete scelto il SIGNORE per servirlo!» Quelli risposero: «Siamo testimoni!»
Giosuè disse: «Togliete dunque via gli dèi stranieri che sono in mezzo a voi, e inclinate il vostro cuore al SIGNORE, che è il Dio d’Israele!»
Il popolo rispose a Giosuè: «Il SIGNORE, il nostro Dio, è quello che serviremo, e alla sua voce ubbidiremo!» (…)

Israele servì il SIGNORE durante tutta la vita di Giosuè e durante tutta la vita degli anziani che sopravvissero a Giosuè, i quali avevano conoscenza di tutte le opere che il SIGNORE aveva fatte per Israele.

(Giosuè 24:16-24,31 – LA BIBBIA)

Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

È sempre più difficile trovare delle persone a cui si possa affidare un incarico con la certezza che verrà portato avanti. L’uomo moderno tende ad evitare le responsabilità, a schivare gli impegni.

Anche nei confronti di Dio siamo così. Nel nostro rapporto con Dio siamo molto incentrati sulle nostre richieste, su ciò che ci aspettiamo che Dio faccia per noi. Ma quanto siamo disposti a prendere sul serio ciò che Dio si aspetta da noi? Dio ha forse tutti i doveri e noi tutti i diritti?

Spesso le nostre preghiere sono solo una lista di cose che Dio dovrebbe fare per noi, ma non sembriamo interessati a capire ciò che Lui vuole comunicarci.

Giosuè si era assunto la responsabilità di servire il Signore e aveva stimolato il popolo di Israele a fare la propria scelta. La risposta del popolo fu positiva: anche loro avrebbero servito il Signore.

Giosuè, a più riprese, in questo brano, avvertì solennemente il popolo. Infatti Giosuè conosceva le loro debolezze e sapeva che sarebbe stato difficile per loro mantenere fede agli impegni presi con Dio. Stavano per prendersi un impegno solenne con il Creatore dell’universo. Non era certamente qualcosa da prendere alla leggera. Se fossero stati infedeli, avrebbero richiamato su di loro l’ira di Dio.

Nonostante gli avvertimenti di Giosuè, il popolo confermò la propria scelta. Sappiamo dalla storia che le generazioni seguenti non furono fedeli a Dio allo stesso modo, ma almeno quella generazione rispettò l’impegno solenne che si erano presi davanti a Dio.

Quegli Israeliti avevano compreso l’importanza di rispettare gl impegni presi con Dio. In un patto, ognuno deve fare la propria parte.

Mi sto chiedendo se come credenti abbiamo compreso l’impegno solenne che ci siamo presi con Dio quando abbiamo dichiarato di volerlo seguire. A volte viviamo la nostra vita cristiana come se Dio dovesse darci tutto mentre noi possiamo tranquillamente vivere come vogliamo. Gesù ha dato la sua vita per noi affinché noi potessimo vivere per lui. Siamo protesi con tutte le nostre forze verso questo obiettivo?

Il popolo rispose a Giosuè: «Il SIGNORE, il nostro Dio, è quello che serviremo, e alla sua voce ubbidiremo!». Che questo sia il solenne impegno di ognuno di noi.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!