Un raggio di sole dopo la tempesta Libro di Rut - Episodio 7

Questo articolo è la parte 7 di 13 nella serie Libro di Rut

Naviga nella serie

«Anime che si incontrano

Sposami!»


Novità! --Scarica "Un raggio di sole dopo la tempesta" come un file PDF! --


Ascolta audio mp3
Così lei spigolò nel campo fino alla sera; batté quello che aveva raccolto, e ne ricavò circa un efa d’orzo. Se lo caricò addosso, entrò in città, e sua suocera vide ciò che aveva spigolato; e Rut tirò fuori quello che le era rimasto del cibo dopo essersi saziata, e glielo diede.
La suocera le chiese: «Dove hai spigolato oggi? Dove hai lavorato? Benedetto colui che ti ha fatto una così buona accoglienza!»
E Rut disse alla suocera presso chi aveva lavorato, e aggiunse: «L’uomo, presso il quale ho lavorato oggi, si chiama Boaz». E Naomi disse a sua nuora: «Sia egli benedetto dal SIGNORE, perché non ha rinunciato a mostrare ai vivi la bontà che ebbe verso i morti!» E aggiunse: «Quest’uomo è nostro parente stretto; è di quelli che hanno su di noi il diritto di riscatto».
E Rut, la Moabita, disse: «Mi ha anche detto: “Rimani con i miei servi, finché abbiano finita tutta la mia mietitura”».
E Naomi disse a Rut sua nuora: «È bene, figlia mia, che tu vada con le sue serve e non ti faccia sorprendere in un altro campo».
Lei rimase dunque con le serve di Boaz, a spigolare, fino alla conclusione della mietitura dell’orzo e del frumento. E abitava con sua suocera.
(Rut 2:17-23 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Indice generale della serie sul libro di Rut

Mentre Rut lavorava nel campo di Boaz, Naomi era rimasta a casa. Possiamo solo immaginare i pensieri che sono passati nella testa di Naomi durante quella lunga giornata… Chissà se Rut ha trovato qualcuno che le abbia permesso di spigolare nel proprio campo? Sarà stata maltrattata? Avrà incontrato degli uomini che hanno approfittato di lei?

Verso sera, quando Rut tornò a casa, Naomi poté tirare un sospiro di sollievo. Non solo Rut era tornata sana e salva ma aveva anche con sé un efa d’orzo! Si trattava di una quantità straordinaria per una giornata di raccolto di una singola persona, anche considerando che Rut aveva spigolato dietro ai mietitori, raccogliendo ciò che loro avanzavano. Dal momento che un efa corrisponde circa a 35 litri, si può stimare che Rut aveva raccolto circa 22 Kg di orzo, una quantità sufficiente per sfamare Rut e Naomi per parecchie settimane!

Inoltre Rut aveva anche portato a Naomi gli avanzi del suo pranzo affinché anche lei potesse mangiarne un po’.

Per la prima volta in questo racconto, la triste Naomi pare ritrovare un po’ di gioia. La immagino con un sorriso che le illumina il volto mentre chiede a Rut dove aveva spigolato tutto quell’orzo… Era evidente che Rut aveva trovato qualcuno che non solo le aveva permesso di spigolare dietro ai mietitori ma aveva davvero avuto un occhio di riguardo nei confronti di Rut.

Finalmente la Naomi che si sentiva giudicata da Dio, che accusava Dio di averla resa infelice, ritrovò un po’ di fiducia in Dio e ne invocò la benedizione: “Benedetto colui che ti ha fatto una così buona accoglienza!”, “Sia egli benedetto dal SIGNORE, perché non ha rinunciato a mostrare ai vivi la bontà che ebbe verso i morti!”.

Inoltre Naomi, che fino a quel momento era stata talmente abbattuta da non vedere alcuna possibilità per il futuro, improvvisamente si ricordò che Boaz non aveva solo mostrato bontà nei confronti di Rut come aveva già fatto in passato nei confronti dei suoi famigliari, ma aveva le potenzialità per fare ancora di più, infatti aveva il diritto di riscatto su di loro, poteva cioè svolgere il ruolo di riscattatore della famiglia aiutandole a ritornare in possesso delle proprie terre, probabilmente ipotecate quando lei era partita da Betlemme insieme a suo marito e magari poteva addirittura dare una discendenza a Rut.

È sorprendente come in un attimo Naomi ritrovò le energie e cominciò a dispensare consigli alla nuora dicendole di fare ciò che quell’uomo aveva detto rimanendo a spigolare nel campo di Boaz fino alla fine della mietitura. Evidentemente Naomi aveva capito che quell’uomo aveva preso a cuore la loro causa e, vista la gentilezza che aveva mostrato, certamente non voleva che Rut gli facesse uno sgarbo andando a spigolare in altri campi.

È bello vedere in questo brano come Naomi stava ritornando a sperare, a fare programmi, ad essere una guida per la giovane nuora… In sostanza Naomi stava tornando a vivere!

È straordinario il modo in cui il Signore può cambiare le cose in un attimo.

Bastò un attimo a cambiare una situazione che sembrava disperata.

Bastò un attimo a riportare il sorriso sul volto di Naomi.

Bastò un attimo per portare un raggio di sole dopo la tempesta che sembrava non dover finire mai.

Questo è incoraggiante per coloro che stanno affrontando momenti difficili, non trovi? Forse questa mattina la tua giornata è incominciata tra mille incertezze e preoccupazioni, ma chi può dire che non possa finire con un sorriso sulle labbra?

Se sei in mezzo alla tempesta, ti invito a confidare in Dio e prego perché egli porti un raggio di sole nella tua vita in modo che la tua prospettiva possa cambiare come cambiò quella di Naomi.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo, sentiti libero di contattarmi via mail o sui social networks.
Posted in Pensieri and tagged , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!