Un uomo perbene Libro di Rut - Episodio 9

Condividi questo articolo su:
Questo articolo è la parte 9 di 13 nella serie Libro di Rut

Naviga nella serie

«Sposami!

Un uomo da dimenticare»


Novità! --Scarica "Un uomo perbene" come un file PDF! --


È vero che io ho il diritto di riscatto; ma ce n’è un altro che ti è parente più prossimo di me.
Passa qui la notte; e domattina, se quello vorrà far valere il suo diritto su di te, va bene, lo faccia pure; ma se non gli piacerà di far valere il suo diritto, io farò valere il mio, com’è vero che il SIGNORE vive! Sta coricata fino al mattino».
Lei rimase coricata ai suoi piedi fino alla mattina; poi si alzò, prima che un uomo potesse riconoscere il suo vicino; poiché Boaz diceva: «Nessuno sappia che questa donna è venuta nell’aia!» Poi aggiunse: «Porta qua il mantello che hai addosso, e reggilo». Lei lo resse ed egli vi misurò dentro sei misure d’orzo, e glielo mise sulle spalle. Poi se ne andò in città.
Rut tornò da sua suocera, che le disse: «Sei tu, figlia mia?» E lei le raccontò tutto ciò che quell’uomo aveva fatto per lei, e aggiunse: «Mi ha dato anche queste sei misure d’orzo; perché mi ha detto: “Non devi tornare da tua suocera a mani vuote”». E Naomi disse: «Rimani qui, figlia mia, finché tu veda come l’affare finirà; poiché quest’uomo non si darà posa, finché non abbia oggi stesso terminato quest’affare».
(Rut 3:12-18 – La Bibbia)
Iscriviti alla newsletter

Ricevi via email i nuovi pensieri

Indice generale della serie sul libro di Rut

Non ci sono dubbi. Boaz era davvero un uomo perbene.

Lo si vede in ogni suo gesto, in ogni parola.

Quella notte si era trovato una donna nel suo letto che gli si stava offrendo in sposa e non approfittò della situazione. Non la sfiorò nemmeno con un dito e la lasciò riposare fino al mattino, poi si preoccupò di lasciarla andare via molto presto per evitare che la rispettabilità di Rut venisse compromessa nel caso in cui qualcuno l’avesse vista uscire dall’aia con Boaz.

Inoltre Boaz era determinato a sposare Rut ma era anche rispettoso delle regole e sapeva che c’era un parente più prossimo che avrebbe potuto esercitare il diritto di riscatto. Egli non avrebbe quindi perso tempo e l’indomani mattina avrebbe contattato quell’individuo per comprendere se aveva intenzione di esercitare il suo diritto.

La sua serietà traspare anche dal modo in cui si prese un impegno solenne davanti a Dio, come testimoniano le sue parole: “se non gli piacerà di far valere il suo diritto, io farò valere il mio, com’è vero che il SIGNORE vive!”.

Infine, le sue parole verso Rut furono accompagnate da un gesto molto pratico. Ancora una volta si preoccupò di dare del cibo a Rut in modo che potesse portarne a sua suocera. Anche questa volta la quantità d’orzo fu davvero generosa, anche più della prima volta in cui si erano incontrati. Sei misure sono infatti equivalenti a quasi 50 kg d’orzo!

Quando Rut tornò da Naomi, quest’ultima, dopo aver ascoltato ciò che Boaz aveva detto e fatto, si sentì rassicurata. Quel Boaz era proprio la persona giusta per Rut, era un uomo serio e perbene e avrebbe mantenuto la parola data sistemando le cose entro quel giorno stesso.

Boaz con il suo atteggiamento aveva certamente colpito Rut ma anche sua suocera. D’altra parte se Boaz avesse sposato Rut, si sarebbe anche dovuto relazionare bene con la sua famiglia, in questo caso con Naomi, l’attuale suocera di Rut. Questo è un punto che molte coppie cristiane sembrano ignorare oggigiorno nella costruzione del loro rapporto. Pensano di essere soli al mondo, due cuori e una capanna, pensano di poter tenere le famiglie fuori dalla loro relazione, ma dimenticano che ognuno di essi ha delle responsabilità verso i propri famigliari, in particolare verso i genitori, e un partner che non rispetti la famiglia dell’altro non ha ancora capito cosa voglia dire amare davvero. In un rapporto di coppia ognuno di noi porta le sue esperienze, il modo in cui è cresciuto, l’educazione ricevuta dalla propria famiglia ed è dunque importante conoscersi e confrontarsi. Se ignoriamo questo, se, come accade spesso oggigiorno, il nostro rapporto di coppia è caratterizzato da superficialità, basato solo sull’infatuazione reciproca, se restiamo due mondi ben distinti e disinteressati al mondo dell’altro, il naufragio è dietro l’angolo. L’amore senza rispetto è come n vicolo cieco: non porta da nessuna parte.

C’è bisogno ancora oggi di uomini perbene che sappiano rispettare la donna come fece Boaz, sappiano mantenere le proprie promesse, siano seri e sappiano relazionarsi anche con la famiglia della propria partner. Ma allo stesso modo c’è bisogno anche di donne che siano interessate a uomini di questo tipo e abbiano la medesima serietà. La crisi della famiglia a cui stiamo assistendo nella nostra società sembra indicare che uomini e donne di questo tipo siano sempre di meno, purtroppo anche tra coloro che si definiscono cristiani.

Che Dio ci aiuti a riscoprire questi valori e a viverli nelle nostre famiglie in modo da trasmetterli ancora alla prossima generazione.

----------------------
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati in questo articolo puoi scrivermi a [email protected] Aiutami a diffondere i pensieri di questo blog condividendo sui social newtworks. Grazie
Condividi questo articolo su:
Posted in Pensieri and tagged , , , .

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!