Una Nuova Era

23giu-una-nuova-era_ris

… grazia a voi e pace da Dio nostro Padre
e dal Signore Gesù Cristo, 
che ha dato sé stesso per i nostri peccati,
per sottrarci al presente secolo malvagio,
secondo la volontà del nostro Dio e Padre,
al quale sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen.

(Galati 1:3-5 – La Bibbia)

Play

Non fatevi ingannare dal titolo. Non ho nesuna intenzione di parlare della New Age intesa come insieme di movimenti e discipline culturali-spirituali-filosofiche che propone l’avvento di un “mondo nuovo” o di una “nuova era”, indicata come “era dell’Acquario”. Tutte sciocchezze.

Ciò di cui mi preme parlare è la vera “nuova era”, quella che propone la bibbia, quella che può cominciare per ognuno di noi in qualunque momento.

Nel brano che abbiamo letto, apprendiamo che Gesù non è solo morto volontariamente al nostro posto, pagando per i nostri peccati; egli ha dato la sua vita anche per sottrarci al “presente secolo malvagio”… si tratta di un’espressione curiosa vero?

Nella tradizione giudaica era ben conosciuta l’espressione “età presente” per indicare il tempo in cui viviamo, per distinguerlo dal “mondo a venire”, l’era messianica.

Per Paolo, l’età presente, ovvero il presente secolo, non è nient’altro che il tempo in cui viviamo prima del ritorno di Cristo, il tempo in cui siamo. Si tratta di un tempo transitorio, che precede l’eternità, un tempo caratterizzato dalla presenza del peccato e del male nel mondo. Ecco perché non ci dobbiamo stupire che venga chiamato “presente secolo malvagio”.

Dopo il peccato, l’uomo ha cominciato a vivere in un’era caratterizzata dalla mancanza di comunione con il suo creatore. Ma la buona notizia è che in Gesù è possibile diventare nuove creature, ristabilendo la nostra relazione con Dio.

Quindi Gesù non ha fatto solo qualcosa per noi, ma anche qualcosa in noi. Egli ha fatto di noi delle nuove creature e in questo modo ci ha sottratti al presente secolo malvagio, dandoci un anticipo di ciò che sarà il mondo a venire!

Anche se viviamo ancora in questo mondo, siamo già cittadini del cielo.

Anche se viviamo ancora in questo presente secolo malvagio, abbiamo già un anticipo dell’eternità attraverso l’opera che Dio fa in noi attraverso il suo spirito Santo.

Anche se siamo ancora peccatori, non siamo più schiavi del peccato ma siamo servi di Dio. Il peccato non ha più potere su di noi. Per noi non c’è più alcuna condanna né alcuna colpa può esserci imputata!

Tutto questo è avvenuto secondo la volontà del nostro Dio e Padre.

Un giorno, nel mondo a venire, ci saranno nuovi cieli e nuova terra, non ci sarà più peccato, non ci saranno più lacrime. Sarà meraviglioso. Ma Dio è stato buono con noi nel concedere a coloro che hanno fede in Lui di ricevere già nell’età presente un anticipo dell’eternità. Dal momento che ci siamo convertiti, per noi è già cominciata una “nuova era”. Per qusto dovremmo unirci all’apostolo Paolo nel glorificare Dio. A lui sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen.

Perché non lasci un commento? Saresti utile anche ad altri!